Tecniche di Vendita Avanzate

Vendere porta a porta: tutti i segreti che ti servono per il successo

vendere porta a porta

Vendere porta a porta ormai non funziona più”.

“Bussare alla porta delle persone è inutile perché nessuno si fida”.

Sono sicuro che queste sono solo alcune delle frasi che avrai sentito dai pseudo-professionisti della vendita dei giorni nostri. Sempre più persone considerano la pratica della vendita porta a porta come qualcosa di antiquato, inutile.

Ma è veramente così? Si può vendere ancora bussando alla porta di uno sconosciuto?

Se sei interessato a questo argomento e vorresti saperne di più, sappi che ora ti trovi nel posto giusto.

Oggi vorrei approfondire questo argomento con te. Andiamo a scoprire insieme tutto quello che devi sapere sulla vendita porta a porta: cosa è, quali sono le tecniche migliori e quali errori evitare.

Cosa è la vendita porta a porta

Prima di addentrarci nei dettagli del vendere porta a porta ci tengo a fare un breve riepilogo sull’argomento, che fa sempre bene.

Per vendita porta a porta si intende la promozione di beni o servizi esercitata da venditori.  Questi venditori possono essere degli agenti di commercio o dei procacciatori d’affari. È  una delle tecniche più utilizzate della vendita diretta.

Un venditore si reca presso il cliente, un privato o un’azienda, con l’obiettivo di vendere il proprio prodotto o servizio. Qualsiasi persona che ha bussato alla tua porta e ha provato a venderti un prodotto era un venditore porta a porta.

Vendere porta a porta funziona ancora?

“Vendere porta a porta è una cosa del passato, ormai siamo nel 2019”.

Sento sempre più spesso frasi del genere, ma ti dico tranquillamente che questa è una grossa sciocchezza.

Molte persone si fanno condizionare dal fatto che la tecnologia abbia fatto dei passi da gigante e allora certe figure debbano per forza scomparire o siano inutili. Non è assolutamente il caso del venditore porta a porta.

Anzi, ti dirò di più, in un’epoca nella quale il commercio si svolge online, tramite e-mail o la televisione, il contatto umano aumenta la fiducia.

Quindi sì, la vendita porta a porta funziona ancora, ma bisogna conoscere le tecniche giuste ed evitare certi errori.

Le tecniche migliori della vendita porta a porta

Vendere porta a porta può sembrare un’attività facile. Vista da un occhio esterno dà l’idea di essere un lavoro piuttosto semplice e teoricamente molto redditizio.

Se vuoi avere una controprova ti consiglio di provare a uscire domani da casa, bussare alle porte delle persone e poi tornare a dirmi quanto hai venduto.

Te lo posso già dire ora: zero.

Anche in questo campo è necessaria una continua formazione e conoscenza di determinate tecniche. Siccome voglio facilitarti la vita ho deciso di creare un elenco con le tecniche migliori in assoluto.

Conoscere il cliente

Una delle basi per vendere porta a porta è conoscere i bisogni del cliente. Se riesci a scoprire di cosa lui ha bisogno, avrai molte più probabilità di riuscire a vendergli il tuo prodotto o servizio.

Per raggiungere questo obiettivo devi imparare ad ascoltare le persone: non sommergerle di domande, crea un legame di fiducia e instilla nella loro mente la convinzione che se hanno bisogno di qualcosa l’unica persona alla quale possono affidarsi sei tu.

Un aspetto che fa la differenza in questo contesto è capire il target delle persone a cui è rivolta la tua offerta.

Una volta che hai capito chi sono i tuoi potenziali clienti, potrai scegliere a botta sicura la zona dove andare a vendere e preparare dei volantini e del materiale informativo ad hoc.

Superare le obiezioni

Vendere porta a porta significa sentire ricevere frasi come: “no grazie, non ne ho bisogno“.

Il primo errore che puoi fare in questo caso è quello di demoralizzarti e perdere il cliente. Fermati un attimo a pensare, tu ti fideresti di uno sconosciuto che suona al campanello e si presenta dicendo che ha qualcosa da venderti? Assolutamente no.

Quindi niente negatività: il rifiuto iniziale delle persone è normale.

Per riuscire a scavalcare un’obiezione devi capire su cosa questa si basa.

Quindi cerca di conoscere la persona, intavola una conversazione iniziale che sia lontana dalla vendita e poi pian piano avvicinati. Così gli permetterai di iniziare a fidarsi di te e da un no iniziale, riuscirai ad arrivare alla vendita.

Perfezionare il discorso

Nella vendita porta a porta il discorso è l’arma più importante che hai a tua disposizione.

La vendita è tutta una questione di emozioni. Una persona decide di comprare o rifiutare il tuo prodotto in base a come la fai sentire mentre le parli.

Ecco perché devi rendere il tuo discorso perfetto. Scopriamo insieme come puoi riuscirci:

  • Introduzione: presentati in maniera gentile. Sorridi, cerca gli occhi del cliente. In meno di dieci secondi una persona si è già fatta un’idea di te. Hai poco tempo e devi mostrare la tua parte migliore.
  • Informati sul cliente: dopo che gli hai detto chi sei, cosa vendi e perché il tuo prodotto potrà essergli utile, fermati. Ora tocca a lui parlare. Ora devi fargli un pò di domande per conoscerlo e capire come muoverti di conseguenza.
  • Conquista il cliente: avergli fatto un paio di domande giuste ti ha permesso di capire quali sono i suoi bisogni. Ora presenta il tuo prodotto e convincilo che è quello che fa per lui. Raccontagli le esperienze che hanno avuto gli altri, sii conciso e dolce mentre presenti il tuo prodotto.
  • Concludi: non tirarla troppo per le lunghe, capisci quando è il momento giusto per chiudere. Giocati bene le tue carte e poi lancia la palla in mano a lui. Ora devi essere pronto ad ascoltare bene le ulteriori obiezioni e concentrarti su come scavalcarle. Oppure, se è andata alla grande, chiudere immediatamente l’accordo.

Amare il proprio prodotto

Nella vendita porta a porta un altro fattore importante è la convinzione in ciò che si vende. Se non ami il tuo prodotto, se non lo conosci alla perfezione e non sei in grado di descriverlo come la miglior cosa che esista, il cliente se ne accorgerà.

Se tu non credi in ciò che vendi, perché mai una persona dovrebbe comprarlo?

Presentalo con cautela, non esagerare nella pubblicità e descrivilo nei minimi dettagli.

Curare l’aspetto estetico

Stai sicuramente pensando che dovrai presentarti alla porta del tuo cliente in giacca e cravatta, vero?

Ecco il primo errore da evitare. Un abbigliamento troppo eccessivo porta solo a cattive conseguenze. Vestiti in maniera corretta, cura il tuo look, sii ordinato e non esagerare mai. Non stai andando a un matrimonio!

Altri dettagli a cui devi fare attenzione sono comportamenti come questi:

  • Fare un passo indietro dopo che hai bussato alla porta
  • Osservare i dettagli della casa e cercare immediatamente di capire il cliente
  • Farsi dare il numero di telefono
  • Usare un tono di voce dolce e pacato.

Gli errori da evitare nella vendita porta a porta

Ci sono un sacco di errori che rovinano ogni giorno i pseudo professionisti della vendita porta a porta.

Scopriamo insieme quali sono:

  • Scavalcare il recinto: ti piacerebbe se qualcuno entrasse in casa tua senza avergli dato il permesso? Ovviamente no. Quindi evita di farlo anche tu.
  • Valanga di domande: se parli solo tu e riempi il cliente con mille domande, questo potrà fare soltanto una cosa: chiuderti la porta in faccia.
  • Maleducazione: l’educazione è la chiave che apre tutte le porte. Evita di fare il fenomeno complimentandoti sull’aspetto fisico delle donne. Questa non è educazione, è un’altra cosa.
  • Non appiccicarti: mantieni una distanza giusta dal cliente, non toccarlo, non avvicinarti troppo.

Conclusioni

Eccoci arrivati al termine dell’articolo.

Sono convinto che ora hai capito come la vendita porta a porta sia ancora utile. Abbiamo scoperto insieme quali sono le tecniche da utilizzare e soprattutto gli errori da evitare.

Ora non ti resta altro da fare che mettere in pratica i miei consigli e conquistare la fiducia di un sacco di persone.

Gio Talente

Gio Talente

Fondatore del Metodo AnonimaVenditori® e del PHE® – Persuasion Human Engineering e tra i più alti esponenti nella conoscenza dei processi neurocerebrali finalizzati al condizionamento di massa.
Segue politici, aziende e imprenditori nella realizzazione di strategie finalizzate a influenzare, manipolare e pilotare le scelte dei clienti.

Hai già letto questi articoli?